Le pillole di Aurelia Arredamenti: #attenti alla cappa!

Quando si progetta o si acquista una cucina l’ultima cosa (o quasi) a cui prestiamo attenzione è la cappa. Errore. La scelta di questo preziosissimo elettrodomestico si rivela infatti fondamentale per il benessere non solo di chi la cucina la vive, ma anche del vano stesso, per il suo mantenimento e il suo aspetto.

La presenza della cappa – regolata peraltro da precise normative – incide infatti su una pluralità di aspetti: primo fra tutti sicuramente il riciclo dell’aria e la relativa eliminazione degli odori e dei fumi prodotti dalla cottura dei cibi. Odori e fumi che, a lungo andare, a causa dell’umidità che creano, possono danneggiare in maniera considerevole mobili e pareti della stanza.

Per questo motivo nel tempo le aziende produttrici hanno sviluppato modelli di cappe sempre più innovativi ed efficienti, in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza, sia funzionale che estetica: la gamma di soluzioni che soddisfano determinati parametri è davvero estesa per cui, al momento della scelta, è sicuramente utile un consiglio da parte degli addetti del settore.

Ma qualcosa posso anticipartela io su queste pagine, prima che tu venga a trovarmi nel nostro show room. La prima cosa da tenere in considerazione è che nonostante alcuni modelli di cappe siano diventati oramai dei veri e propri complementi d’arredo di design, le novità in questo campo non sono relative tanto all’estetica quanto alla tecnologia.

Essendo un elettrodomestico, infatti, la nostra principale preoccupazione dovrebbe riguardare la funzionalità: in fase di acquisto le caratteristiche assolutamente da non dimenticare sono la capacità di aspirazione, l’efficienza energetica e le dimensioni di questo elettrodomestico.

Parametri che, naturalmente, andranno valutati soprattutto in base alle dimensioni dell’ambiente in cui la cappa sarà posizionata e alla frequenza d’utilizzo del piano cottura: se sei un novello chef e cucini con frequenza fritture, pesce, sughi elaborati, carne alla piastra o altre pietanze che sprigionano una certa quantità di fumi e vapori, naturalmente io sarei incline a consigliarti una cappa con una portata d’aria superiore.

Altra dritta che posso darti è che per garantire la totale aspirazione dei odori e fumi è bene che la cappa sia almeno un po’ più grande del piano cottura sottostante. Dovrai poi decidere se è meglio per la tua cucina una cappa filtrante o aspirante, incassata, a vista, in stile industriale o più ‘classica’. Insomma…una scelta, quella di questo elettrodomestico, da non fare con superficialità.

Per cui, se vuoi essere sicuro/a di acquistare il prodotto giusto…non esitare: vieni a trovarmi nel nostro punto vendita e cercheremo di capire insieme quale cappa si adatta perfettamente alla TUA cucina.

Ti aspetto!

Valentina, architetto di Aurelia Arredamenti

Leggi anche: “Come scegliere la cucina: le pillole di Aurelia Arredamenti”
Leggi anche: #lacucinafunzionale
Leggi anche: #lacucinaeconomica
Leggi anche: #lacucinaprestigiosa
Leggi anche: #glielettrodomestici
Leggi anche: #illuminazione
Leggi anche: #ilpianocottura
Leggi anche: #adognunoilsuostile
Leggi anche: #lefiniture
Leggi anche: #living
Leggi anche: #eildivano?
Leggi anche: #ilbagno
Leggi anche: #iltavolo

Vuoi parlare direttamente con i nostri interior designer?
Contattaci!